© Giuseppe Pirrone  - 2015-2018

                                                                         
LA NOSTRA STORIA

Il nuovo Istituto d’Istruzione Secondaria Superiore Pirandello nasce dalla fusione del precedente Istituto “Luigi Pirandello”, fino al 2010/2011 Liceo Pirandello, con l’Istituto d’Istruzione Secondaria Superiore “Lorenzo Panepinto”, a seguito delle misure intervenute per il dimensionamento delle istituzioni scolastiche. Entrambi gli istituti sono espressione di un’antica vocazione della zona dei Sicani ed in particolare del paese di Bivona a proporsi come centro culturale e di formazione, risorsa fondamentale per la popolazione del territorio altrimenti destinata all’isolamento civile esociale.
Così il Ginnasio di Bivona, inaugurato il 9 febbraio 1863, si colloca in ideale continuità con l’attività culturale ed educativa che i Gesuiti, nei secoli XVI, XVII, XVIII, avevano offerto con la loro “ratio studiorum”, con gli insegnamenti impartiti nel loro collegio di Bivona, tra i più antichi di Sicilia. Ciò ha favorito non solo un processo di alfabetizzazione, ma anche un’occasione di crescita umana e sociale.
La cultura umanistica, fin d’allora, è stata ritenuta fondamentale e qualificante, non disgiunta tuttavia dall’acquisizione di conoscenze e competenze utili anche nel mondo economico e del lavoro.
Allorchè, nel periodo fascista, il Ginnasio verrà sostituito da un istituto tecnico, l’insegnamento del latino non sarà eliminato, riconoscendo così l’ideale intreccio tra cultura umanistica e tecnica. La cultura umanistica infatti ha forgiato la classe dirigente dei paesi del territorio e non solo di essi, perché in tutta Italia, anche ad alti livelli, in tutti i campi, ex alunni del Liceo si sono distinti per le loro capacità e le loro competenze.
La “forma mentis”, che gli studi umanistici promuovono, sviluppando le capacità logico-espressive, di analisi e di sintesi, ha permesso a tanti alunni di sapere affrontare nel migliore dei modi innumerevoli e sempre nuove difficoltà.
IL Liceo Pirandello, negli ultimi due decenni del secolo scorso, ha allargato la sua offerta formativa, introducendo alcuni indirizzi sperimentali: il Linguistico, il Bio-socio-sanitario, lo Scientifico, che, non trascurando lo studio del latino e quindi della cultura classica, intendevano rispondere meglio alla domanda proveniente dal territorio.
Con la riforma della scuola secondaria superiore, dall’anno scolastico 2010-2011, all’Istituto sono stati assegnati i seguenti indirizzi: classico, linguistico e scientifico.
Nella primavera del 2011 ha assunto la denominazione attuale di Istituto d’Istruzione Secondaria Superiore e ha ottenuto la possibilità di integrare la sua offerta formativa con gli indirizzi professionali di Ottico ed Odontotecnico.
Nell’anno 2012/13 ha preso avvio l’indirizzo Odontotecnico con la formazione della prima classe.
Dall’anno 2013/2014, con decreto della Regione Sicilia, è avvenuta l’unificazione conl’Istituto Panepinto, per esigenze organizzativo-finanziarie. Tale unificazione appare tuttavia occasione per riprendere il dialogo, non mai idealmente interrotto, tra cultura umanistica ecultura tecnica ed offrire una proposta ampia di formazione in risposta alla varietà delleesigenze che vengono dalla popolazione del territorio.
L’I.I.S.S., dedicato a “Lorenzo Panepinto”, educatore, giornalista, grande organizzatore popolare, nato a S. Stefano Quisquina il 4 gennaio 1865 e morto il 16 maggio 1911, assassinato dalla mafia, nasce all’inizio degli anni ’70 come sezione staccata prima dell’I.T.C. “M. Foderà” di Agrigento, successivamente dell’I.T.C.G. ”Giovanni XXIII” di Ribera.
La concessione dell’autonomia, all’inizio degli anni ’80, fortemente voluta e perseguita dalla scuola e dai rappresentanti dell’Ente Locale, consente l’avvio di un processo di stabilizzazionee di conduzione democratica nuova che solleciterà una vera avanzata quantitativa e qualitativa dell’Istituto per un “aureo” decennio.
Una felice intuizione dei tempi che cambiano porta, nel 1989, alla sperimentazione assistita IGEA e nel 1990 alla maxisperimentazione per ragionieri e geometri.
Nel 1995 il Ministero della Pubblica Istruzione istituisce il corso ordinario per geometri.
Nel 2000, a seguito della razionalizzazione delle istituzioni scolastiche, viene a far parte integrante dell’istituto l’ex scuola coordinata di Cianciana, già incorporata nell’IPIA “Archimede” di Cammarata, per il conseguimento della qualifica di ”Operatore Elettrico” e per il diploma di “Tecnico delle Industrie Elettriche”.
Nel 2010 viene concesso un nuovo corso dell'indirizzo professionale: Servizi per l'Enogastronomia e l'Ospitalità Alberghiera.
L’unificazione dei due istituti, Pirandello e Panepinto, si innesta pertanto in una ricca tradizione, in una volontà di servizio culturale ed educativo da continuare ad offrire anche alle generazioni future.
A partire dall'anno scolastico 2015/16 è istituito presso l'IPIA di Cianciana un corso serale ad indirizzo MAT per rispondere ai bisogno educativi degli adulti e offrire un ulteriore servizio per la crescita del territorio.

                                                                                                                            prof. Ignazio Guggino
COLLABORATORI
SEGRETERIA
DOCENTI
MODULISTICA